Studi e Ricerche | "Sicurezza e cooperazione nel Mediterraneo contemporaneo" con la prefazione di Umberto Ranieri
Ripristina Riduci a icona
Stampa Stampa

Segnala la notizia Segnala via email

Misura il testo Cambia dim. del testo

| Condividi
 
Fondazione Mezzogiorno Europa in collaborazione con Ministero degli Affari Esteri
 
Una mappatura sintetica ma esauriente delle principali iniziative di sicurezza e cooperazione attive nello scacchiere mediterraneo e mediorientale: punti di forza e elementi di debolezza, differenze e analogie, rischi di sovrapposizione e spazi di complementarietà.

Tre domande, in particolare, hanno ispirato e stimolato questa ricerca. La prima, è relativa alle cause che hanno determinato il sostanziale fallimento dei tentativi di stabilizzazione dell’area mediterranea. La seconda, riguarda lo spazio riservato ai temi della sicurezza, intesa sia in senso tradizionale, che nelle nuove dimensioni assunte dopo gli spartiacque del 1989 e del 2001, nelle iniziative multilaterali che hanno coinvolto il Mediterraneo dal crollo dell’ordine bipolare ad oggi. La terza, infine, cerca di individuare quali spazi di iniziativa politica esistano per rendere più efficienti e funzionali le strutture di sicurezza e di cooperazione che si affiancano e si sovrappongono nella regione mediterranea”.

La ricerca, insieme al precedente lavoro dedicato all’Unione per il Mediterraneo (2009) e al  Convegno internazionale su “La diplomazia della globalizzazione” alla presenza del Capo dello Stato Giorgio Napolitano (2011), testimonia l’ impegno e la costante attenzione che la Fondazione Mezzogiorno Europa, in partnership culturale con il Ministero degli Affari Esteri, dedica ai temi della diplomazia e della sicurezza mediterranea.
 
All'interno è possibile scaricare integralmente "Sicurezza e cooperazione nel Mediterraneo contemporaneo"... »