Europa barcamp | Questioni di generi e pari opportunità in Europa | Roma 30 giugno 2011
Ripristina Riduci a icona
Stampa Stampa

Segnala la notizia Segnala via email

Misura il testo Cambia dim. del testo

| Condividi
 
 
Europa barcamp Roma 30 giugno 2011
QUESTIONI DI GENERI  E PARI OPPORTUNITA' IN EUROPA
Casa Internazionale delle Donne Palazzo del Buon Pastore Via della Lungara 19
 
 
EVENTO ORGANIZZATO DA
Gianni Pittella | Delegazione Italiana S&D al PE | Fondazione Italianieuropei | Fondazione Mezzogiorno Europa | Fondazione Zefiro | Scai Comunicazione | Fabio Maccione | Federico Lioy | Domenico Pittella | Francesco Ronchi | Federica Mariotti | Francesco Parisi | Ivano Russo | Matteo Delongis | Marta Decinti | Heidi Giusto | Michele Franzese | Antonella Orlacchio | Luciano Cerasa | Paolo Martinelli | Daniele Cardella | Maria Paola Napoleone | Sergio Ragone
 

Il BarCamp è una rete internazionale di non conferenze aperte i cui contenuti sono proposti dai partecipanti stessi. Gli eventi si occupano soprattutto di temi legati alle innovazioni sull’uso del World Wide Web, del software libero e delle reti sociali.
 
Il nome di BarCamp si rifà al termine foobar già utilizzato dagli hacker: i BarCamp, infatti, sono nati in risposta ai Foo Camp, una “non-conferenza” annuale, su invito, ospitata dall’editore di testi sul software libero Tim O’Reilly. BarCamp e’ una nonconferenza, così come solitamente intendiamo per conferenza, che nasce dal desiderio delle persone di condividere e apprendere in un ambiente aperto e libero. Il BarCamp è una non-conferenza collaborativa, dove chiunque può “salire in“salire in cattedra”, proporre un argomento e parlarne agli altri, con lo scopo di favorire il libero pensiero, la curiosità, la divulgazione e la diffusione dei temi legati al Web. Una non conferenza (unconference) quindi una riunione il cui tema di discussione è deciso dai partecipanti piuttosto che prestabilito in anticipo dagli organizzatori, una riunione aperta i cui contenuti vengono proposti dai partecipanti stessi. (fonte Wikipedia).
 
 
Dare la parola ai giovani e a tutti coloro che stanno ai margini del dibattito politico e che vogliono dire ciò che non va, cio’ che deve essere corretto, ciò che invece deve essere difeso e valorizzato nell’Europa di oggi, utilizzando la piu’ grande piazza democratica esistente e il piu’ potente strumento di comunicazione a disposizione, Internet. E’ questo è il senso di “l’Europa la facciamo Noi”, il primo ‘’BarCamp’’ su temi europei organizzato sul web per dare vita ad una spinta dal basso basata su idee e proposte concrete da portare avanti insieme.
 
Promossa dal vicepresidente vicario del Parlamento europeo, Gianni Pittella, in collaborazione con il gruppo parlamentare a Strasburgo dei Socialisti e dei Democratici e delle fondazioni Mezzogiorno Europa, Italianieuropei e Zefiro, l’iniziativa e’ aperta a tutti coloro che vogliono partecipare a un dibattito libero, aperto e senza censure. L’iniziativa si propone di costruire insieme e dal basso proposte e idee per indirizzare l’azione politica in sede Ue.
 
Dopo aver lanciato sul web 10 tesi sulle grandi questioni europee, intorno alle quali si e’ sviluppata una discussione che sta registrando migliaia di contatti e interventi attraverso il sito e sul gruppo appositamente nato su Facebook a tutti i partecipanti e’ stato dato poi un primo appuntamento ‘’fisico’’ il 27 giugno a Napoli dalle ore 10 presso Castel dell’Ovo, dove si è discusso, si è votato quanto emerso nel confronto sulla Rete.