L’Europa Museum - 9 maggio, otto scuole, sette giorni | Dal 9 al 15 maggio a Città della Scienza
Ripristina Riduci a icona
Stampa Stampa

Segnala la notizia Segnala via email

Misura il testo Cambia dim. del testo

| Condividi
 
 
 
 
 
“Europa Museum - 9 maggio, otto scuole, sette giorni”
Resterà aperto al pubblico a Città della Scienza fino a domenica 15 Maggio.
Venite a visitarlo!
 

Programma
ore 11.00 Sala Galileo Galilei
Cerimonia inaugurale

Benvenuto di
Vittorio Silvestrini
Presidente della Fondazione Idis-Città della Scienza
 
Intervengono
 
Giuseppe De Stefano
Presidente CSV Centro di Servizio per il Volontariato,Napoli
 
Alberto Gambescia
Fondazione Mezzogiorno Europa
 
Massimo Maciocia
Ufficio III – Politiche formative e progetti europei – Ufficio Scolastico Regionale per la Campania
 
Raffaele Marino
Magistrato
 
Raffaele Porta
Presidente Osservatorio Euromediterraneo e del Mar Nero
 
Conclude
Rosa Iervolino Sindaco di Napoli
 
 
 
Il CEICC – Centro Europeo Informazione Cultura e Cittadinanza – è l’ufficio del Comune di Napoli che, in partenariato con Fondazione Idis-Città della Scienza, fa parte della Rete Europe Direct, il network europeo che informa i cittadini sulle politiche e le opportunità offerte dall’Unione Europea.

Grazie ad una biblioteca ed un’emeroteca sull’Europa e il Mediterraneo, un’area wireless ed un info shop accessibili a tutti, il CEICC promuove quotidianamente una partecipazione attiva e consapevole al processo di integrazione europeo e una conoscenza approfondita del “sistema Europa” e dei popoli e delle culture che ne fanno parte.

E’ per queste ragioni che il CEICC ha promosso e sostenuto il progetto “Europa Museum”, realizzato con l’Associazione IGS Campania in 8 scuole superiori di Napoli. Tale progetto è nato con l’intento di avvicinare l’Europa agli studenti in modo efficace ed innovativo, attraverso la  creazione di un museo itinerante, lo studio delle principali tematiche europee e  l’approfondimento dei principi che le animano.
 
Il progetto, basato su metodologie di learning by doing, cooperative learning e peer education, ha previsto l’approfondimento dei seguenti settori di competenza dell’UE: Politica sociale e dell’occupazione; Libertà, sicurezza e giustizia; Politica dei consumatori; Relazioni esterne dell’Unione Europea; Politica dell’ambiente e del cambiamento climatico; Mercato interno; Unione economica e monetaria; Europa dei cittadini.

Simulare un Museo, inteso come Istituzione permanente e testimonianza concreta della società e del suo sviluppo, ha consentito agli studenti di calarsi nel ruolo di divulgatori in prima persona, di condividere gli obiettivi e le modalità organizzative di un laboratorio museale e, soprattutto, di poter apprendere in modo attivo.
 
Infatti, guidati da un tutor e da un docente interno alla scuola, hanno lavorato in gruppo, assunto ruoli specifici per ideare e creare il proprio spazio museale in cui hanno potuto rappresentare, attraverso diverse forme espressive ed artistiche, la tematica europea loro assegnata.

La Festa dell’Europa è l’occasione migliore per mostrare a tutti i risultati di questo esperimento ed il Science Centre della Fondazione Idis il luogo ideale in cui esporre questi lavori.